Maxi furto da Bulgari a Roma: rubati gioielli per 500.000 Euro

Nella notte tra sabato 8 e domenica 9 giugno, una banda di ladri ha messo a segno un maxi furto nella gioielleria Bulgari di via Condotti a Roma, portando via gioielli per un valore stimato di 500.000 euro. I malviventi sono riusciti a entrare nel negozio attraverso un foro praticato nel pavimento di uno dei locali di servizio, che li ha condotti ai sotterranei del palazzo. L’allarme è scattato intorno alla mezzanotte, ma quando la polizia è arrivata sul posto, i ladri erano già fuggiti con il bottino.

Punti chiave

  • Furto di gioielli per 500.000 euro dalla gioielleria Bulgari a Roma
  • I ladri sono entrati attraverso un foro nel pavimento di uno dei locali di servizio
  • L’allarme è scattato intorno alla mezzanotte, ma i malviventi erano già fuggiti
  • Si tratta di un episodio di “maxi furto” ai danni della gioielleria Bulgari
  • L’indagine è in corso per identificare i responsabili del colpo

Maxi furto Bulgari: la “banda del buco” colpisce in via Condotti

Secondo le indagini, il furto è stato compiuto dalla cosiddetta “banda del buco“, un gruppo di malviventi noti per il loro modus operandi di scavare passaggi sotterranei per accedere ai negozi. In questo caso, i ladri hanno realizzato un buco nel pavimento di uno dei locali di servizio della gioielleria Bulgari di via Condotti, per poi entrare nella boutique di lusso e razziare le vetrine esposte, portando via gioielli dal valore unitario di circa 30.000 euro.

Dettagli dell’audace rapina nella Capitale

Il colpo è stato messo a segno intorno alla mezzanotte, quando i malviventi sono riusciti a creare un varco nel pavimento per accedere all’interno della gioielleria Bulgari di via Condotti a Roma. Una volta dentro, hanno spaccato le vetrine e rubato una serie di preziosi gioielli, per un valore complessivo stimato in circa 500.000 euro. Secondo le prime stime, il bottino comprenderebbe pezzi dal valore unitario di circa 30.000 euro.

Indagini e testimonianze delle forze dell’ordine

Subito dopo l’allarme, sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia di Stato e della Squadra Mobile di Roma, che hanno avviato le indagini per risalire all’identità dei responsabili. Gli investigatori stanno analizzando le immagini registrate dalle telecamere di sorveglianza interne alla gioielleria, per cercare di ricostruire la dinamica dell’evento e individuare i componenti della “banda del buco” che ha colpito in via Condotti.

furto gioielleria Bulgari

La storia dei grandi furti a Roma: tecniche e metodi dei ladri

Quello avvenuto alla gioielleria Bulgari di via Condotti non è purtroppo un episodio isolato nella storia dei grandi furti a Roma. Negli ultimi anni, la Capitale ha visto diversi colpi spettacolari, come quello ai danni della gioielleria Damiani in via dei Condotti nel 2017, quando i ladri riuscirono a rubare gioielli per 10 milioni di euro.

I metodi utilizzati dai malviventi, come lo scavo di passaggi sotterranei e l’utilizzo di tecniche di ingegneria per accedere ai negozi, dimostrano l’elevata pericolosità e la sofisticatezza di queste bande criminali, che riescono a mettere a segno colpi di valore elevatissimo. Queste tecniche di furto nelle gioiellerie di Roma testimoniano la costante minaccia che i commercianti e i cittadini si trovano ad affrontare nella Città Eterna.

Le modalità di azione dei ladri a Roma, come dimostrato dal recente caso della gioielleria Bulgari, evidenziano la necessità di un potenziamento dei sistemi di sicurezza e di una maggiore collaborazione tra le forze dell’ordine e i commercianti per contrastare efficacemente questo fenomeno criminale.