Incentivi Auto 2024, al via le prenotazioni dal 3 Giugno con il nuovo Ecobonus 2024

Secondo le fonti consultate, le prenotazioni per gli Incentivi Auto 2024 e il nuovo Ecobonus 2024 partiranno ufficialmente lunedì 3 giugno 2024 alle ore 10 attraverso la piattaforma Ecobonus messa a disposizione dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy (MIMIT). Questa nuova operazione “Incentivi 2024” permetterà alle concessionarie di prenotare i contributi statali sulle auto nuove acquistate a partire dal 25 maggio, data di entrata in vigore del relativo decreto. Tuttavia, si dovrà ancora attendere qualche mese per gli incentivi al noleggio a lungo termine e alla trasformazione a gas.

Punti chiave

  • Le prenotazioni per gli Incentivi Auto 2024 e il nuovo Ecobonus 2024 partiranno il 3 giugno 2024 alle 10:00
  • La piattaforma Ecobonus del MIMIT permetterà alle concessionarie di prenotare i contributi statali
  • Le auto nuove acquistate dal 25 maggio saranno idonee per gli incentivi
  • Bisognerà attendere ancora qualche mese per gli incentivi al noleggio a lungo termine e alla trasformazione a gas
  • Sono previste novità e agevolazioni per le auto ecologiche nel 2024

Incentivi Auto 2024: Tutto ciò che devi sapere

Il nuovo schema di Incentivi Auto 2024 presenta alcune importanti novità per gli acquirenti di veicoli ecologici. Tra le principali disposizioni, spiccano le differenti fasce di emissioni di CO2 con relativi limiti di prezzo di listino, oltre alle regole per la rottamazione obbligatoria.

Tre fasce di emissioni CO2 e limiti di prezzo

Secondo le fonti, il nuovo sistema di Incentivi Auto 2024 prevede tre fasce di emissioni di CO2 con relativi limiti di prezzo di listino (accessori inclusi, esclusa IPT e PFU):

  • 0-20 g/km CO2: fino a 35.000 euro + IVA (42.700 euro IVA compresa)
  • 21-60 g/km CO2: fino a 45.000 euro + IVA (54.900 euro IVA compresa)
  • 61-135 g/km CO2: fino a 35.000 euro + IVA (42.700 euro IVA compresa)

Regole per la rottamazione obbligatoria

Oltre ai limiti di prezzo, il nuovo schema di Incentivi Auto 2024 prevede anche l’obbligo di rottamazione di un veicolo di proprietà del beneficiario, immatricolato da almeno 10 anni. Questa disposizione è essenziale per poter accedere agli incentivi sulle nuove auto con emissioni di CO2 comprese nelle fasce previste.

I nuovi contributi Ecobonus 2024

I nuovi contributi Ecobonus 2024 variano in base alla fascia di emissioni CO2 del veicolo. Vediamo nel dettaglio i benefici destinati alle diverse categorie di auto:

Bonus per auto elettriche (0-20 g/km CO2)

Per le auto elettriche con emissioni di CO2 comprese tra 0 e 20 g/km, il nuovo Ecobonus 2024 prevede incentivi fino a 7.500 euro senza rottamazione e 10.000 euro con rottamazione di un veicolo inquinante.

Incentivi per ibride plug-in (21-60 g/km CO2)

Per le auto ibride plug-in con emissioni di CO2 tra 21 e 60 g/km, il contributo Ecobonus 2024 raggiunge i 6.000 euro senza rottamazione e 8.000 euro con rottamazione.

Contributi per auto termiche (61-135 g/km CO2)

Anche le auto termiche con emissioni di CO2 comprese tra 61 e 135 g/km possono beneficiare dell’Ecobonus 2024, con incentivi fino a 4.000 euro senza rottamazione e 6.000 euro con rottamazione.

Bonus Ecobonus 2024 auto elettriche

Fondi disponibili e modalità di prenotazione

Secondo le informazioni raccolte, il budget complessivo stanziato per gli Incentivi Auto 2024 è di 1 miliardo di euro, così ripartito:

  • 0-20 g/km CO2: 240 milioni di euro

  • 21-60 g/km CO2: 140 milioni di euro

  • 61-135 g/km CO2: 402 milioni di euro

  • 50 milioni per veicoli L (motocicli e ciclomotori elettrici)

Ripartizione dei fondi per fasce di emissione

I Fondi Ecobonus 2024 sono stati suddivisi in base alle diverse fasce di emissioni di CO2 previste dal nuovo schema di incentivi, garantendo una ripartizione equa dei fondi per fasce emissioni. Questa attenta distribuzione mira a sostenere acquisti di veicoli ecologici su tutto il territorio nazionale.

Processo di prenotazione tramite la piattaforma Ecobonus

La procedura di prenotazione Ecobonus 2024 prevede l’utilizzo della piattaforma dedicata messa a disposizione dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy (MIMIT). Attraverso questo canale digitale, le concessionarie potranno effettuare le richieste di contributo per i veicoli a basse emissioni in tempo reale, garantendo una gestione efficiente e trasparente dell’intero processo di prenotazione Ecobonus 2024.

Incentivi Auto 2024: Altre disposizioni importanti

Oltre alle novità già menzionate riguardo le fasce di emissioni CO2 e i relativi limiti di prezzo, il nuovo schema di Incentivi Auto 2024 comprende altre disposizioni rilevanti. Ad esempio, la rottamazione di un veicolo inquinante di almeno 10 anni è obbligatoria per poter accedere a questi contributi statali.

Un altro aspetto importante è l’applicazione di un malus ambientale per i veicoli con emissioni superiori a 135 g/km di CO2. Questo malus andrà a ridurre il contributo Ecobonus 2024 per le auto tradizionali, favorendo ulteriormente l’adozione di soluzioni più ecologiche.

Infine, le modalità di prenotazione dei fondi per gli Incentivi Auto 2024 prevedono l’utilizzo della piattaforma Ecobonus messa a disposizione dal MIMIT. Le concessionarie dovranno effettuare la prenotazione entro 180 giorni dall’immatricolazione del veicolo, al fine di garantire la corretta erogazione dei contributi.