sabato 29 novembre 2014 | 05:44

E la Cester prende a pugni Stecca

Match su Canale 5, interviene anche la moglie dell'ex pugile ora in carcere: "Tra Roberta e mio marito c'era più di un'amicizia"

E la Cester prende a pugni Stecca

Roberta Cester ieri è stata ospite a Canale 5

La donna accoltellata va giù duro definendolo "mente bacata" e "miserabile"
RIMINI(g.b.) Scambio di accuse in diretta tv. La conduttrice Barbara D’Urso ha ospitato ieri nel salotto di Pomeriggio 5 Roberta Cester, l’ormai ex socia di Loris Stecca accoltellata il 27 dicembre dall’ex pugile nella palestra che gestivano insieme. Nessuno è andato per il sottile. Né Cester, accompagnata in studio dal legale Marco Di Troia, né la moglie di Stecca, Fiammetta Feliciotti, intervistata a casa e poi intervenuta in diretta telefonica. Loris Stecca rimane invece ancora chiuso nel carcere dei Casetti.

Cester ha raccontato a chi ancora non la conoscesse, la sua versione dei fatti: “Non abbiamo litigato, ma sentivo che c’era qualcosa di strano” e ammette di avere avuto più paura la mattina, quando è stata attirata alla balaustra con una scusa e si è sentita sollevare da terra, rispetto al pomeriggio quando invece “Loris stava seduto su un divanetto da tempo e poi all’improvviso l’ho sentito arrivare e mia ha colpito alle spalle, cosa non degna di un campione del mondo”. Pubblico in studio dalla parte della vittima, con lunghi applausi consolatori.

La Cester ha poi preso a crivellare di colpi l’ex pugile, definendolo “mente bacata” e “miserabile”. L’ex socia ferita, non solo nel corpo ma anche nella psiche e nell’orgoglio, ha poi approfittato per dare la sua versione anche riguardo il tentato suicidio di Stecca nel 2008, chiamandolo “finto suicidio” (tant’è che la D’Urso ha sottolineato come le parole pronunciate fossero sotto la sua responsabilità) parlando anche di “secondi fini” confidati da Stecca in palestra. Sono seguite le interviste di istruttori e i clienti della palestra, ognuno dei quali ha dato la propria versione: “Me l’aspettavo, l’aveva annunciato”, “Non ci posso credere”, “Loris girava intorno a Roberta arrabbiato ed ha aspettato che uscissimo per colpirla”.

Ma il vero match clou della riunione pugilistica a parole organizzata in diretta tv è stato Cester-Feliciotti, arrivato nel finale. Prima l’intervista alla moglie di Stecca che ammette “c’era più di un’amicizia tra loro: telefonate, regali, era ossessiva, telefonava a casa...” e ancora “Ha chiesto a me e mia figlia di farci da parte e ho pensato che ci avrebbe rovinato la famiglia. Ma non ero gelosa, perché lei non è certo la Shiffer”. E probabilmente accecata dall’amore quando ha telefonato ha concluso: “Nessun le ha usato violenza, è lì per farsi pubblicità. Loris era esasperato e se l’avesse voluta uccidere l’avrebbe aspettata alla chiusura. Ha usato il coltello perché sapeva che lì non le avrebbe provocato danni. Ammetta che c’era una relazione: lo sa tutta Rimini”.

“Non devo giustificarmi - ha replicato Cester -, se il coltello fosse entrato ancora un centimetro e sarei qui a raccontarla”. In studio il verdetto è univoco. Ai giudici (quelli veri) la sentenza.

Commenta l'articolo

Condividi le tue opinioni su NQnews.it

Caratteri rimanenti: 400

Leggi gratis on line
il Nuovo Quotidiano
di Rimini!

Sfoglia

Leggi gratis on line
La Cronaca
di Piacenza!

Sfoglia

le notizie più lette

Ti potrebbe interessare anche